Trading System di Trading Online Italia

Borsa notizie del 22/12/2015

Borsa - Borsa Notizie

Piazza Affari: chiusura intorno alla parità dopo elezioni politiche spagnole

Piazza Affari ha chiuso intorno alla parità (Ftse Mib –0,20% a 21.199 punti) la prima seduta di una settimana “corta” per le festività natalizie. Borsa Italiana rimarrà infatti chiusa giovedì 24 e venerdì 25 dicembre. La notizia è il tonfo della Borsa di Madrid dopo le elezioni politiche che hanno segnato la fine di quasi 40 anni di bipartitismo. Il voto ha confermato come primo partito i popolari del premier Mariano Rajoy, che non hanno però ottenuto la maggioranza assoluta e nemmeno un’eventuale alleanza con Ciudadanos sarà sufficiente a garantire la governabilità. Il rischio ingovernabilità si è riflesso anche sull’obbligazionario dove il rendimento del Bonos decennale si attesta all’1,80%, in salita dall’1,69% di venerdì scorso. Sul fronte macro la fiducia dei consumatori dell'Eurozona di dicembre si è attestata a -5,7 punti, in lieve miglioramento dal precedente -5,9 punti. Gli acquisti sono tornati a premiare la mag gior parte dei titoli del comparto bancario: Popolare di Milano ha guadagnato lo 0,11% a 0,92 euro, Intesa SanPaolo lo 0,39% a 3,10 euro, Ubi Banca lo 0,08% a 6,18 euro, Unicredit lo 0,20% a 5,12 euro. In rosso Enel (-1,63% a 3,85 euro) dopo aver firmato con EP Slovakia il contratto per la cessione della partecipazione detenuta in Slovenské Elektrárne (66% del capitale). La cessione avverrà attraverso il conferimento in una società di nuova costituzione (HoldCo) dell’intera partecipazione e la successiva cessione ad EP Slovakia del 100% di tale HoldCo. Il corrispettivo complessivo dell'operazione è pari a 750 milioni di euro. Con questa operazione, nel corso del 2015 il colosso elettrico ha completato la cessione di asset per un controvalore di circa 3,7 miliardi di euro, di cui 1,6 miliardi relativo ad operazioni già perfezionate. Discesa per Eni (-1,11% a 13,35 euro) dopo l’ulteriore discesa del petrolio. Infine la maglia nera sul Ftse Mib è stata indossata da Moncler c he ha lasciato sul parterre il 4,04% a 12,58 euro.

Borse europee in rosso, a Madrid la maglia nera

Positivi nella prima parte, gli indici europei perdono terreno nel pomeriggio penalizzati dalla debolezza del greggio e dall’intonazione negativa di Madrid. A spingere al ribasso l’Ibex, che ha terminato in calo del 3,62% a 9.365,8 punti, è stata l’incertezza emersa dalle elezioni parlamentari. L’indice tedesco, il Dax, ha chiuso in calo dell’1,04% a 10.497,77 punti, il Cac40 è sceso dell’1,3% a 4.565,17 e il Ftse100 ha limitato le perdite fermandosi a 6.034,84, lo 0,29% in meno rispetto al dato precedente. Oltremanica spiccano gli acquisti sui titoli del comparto minerario (+2,71% di Glencore, +1,72% di Anglo American, +1,69% di BHP Billiton) alla luce della volontà delle autorità cinesi di mantenere una politica monetaria e fiscale accomodante, di tagliare l’imposizione fiscale e di mettere in campo riforme strutturali per favorire “il lato dell’offerta”.

Wall Street chiude positiva

Chiusura positiva per Wall Street. A New York la giornata è stata archiviata con l'indice Dow Jones in rialzo dello 0,72% a 17251,62 punti, mentre l'indice S&P500 e il Nasdaq sono salite rispettivamente dello 0,78% a 2021,15 punti e dello 0,93% a 4968,92 punti.

Borsa Tokyo chiude sotto la parità

Giornata interlocutoria sui listini d'Estremo Oriente che non prendono una direzione precisa complice il clima pre-natalizio. Chiusura sotto la parità la Borsa Tokyo con l'indice Nikkei che ha ceduto lo 0,16% a 18.886,70 punti.

Agenda macro, occhi puntati sugli Stati Uniti

Nessun dato di rilievo dall'Eurozona è previsto oggi, mentre dagli Stati Uniti sono in programma diverse indicazioni, tra cui il dato sul Pil annualizzato relativo al terzo trimestre che rappresenta il market mover della giornata. Secondo l'agenda, in uscita da Oltreoceano anche le vendite di case esistenti e l'indice manifatturiero elaborato dalla Fed di Richmond.

FCA US: rimborsa 3,08 miliardi di dollari di Bond con scadenza 2021

FCA ha annunciato che il 21 dicembre 2015 la sua controllata FCA US ha rimborsato tutte le Secured Senior Notes 8¼% con scadenza 2021 in circolazione. Le obbligazioni sono state rimborsate ad un prezzo pari all’ammontare nominale complessivo di 3,08 miliardi di dollari, oltre agli interessi maturati e non ancora pagati.

Germania, sale leggermente la fiducia dei consumatori

Segnali di ripresa, anche se contenuti, per la fiducia dei consumatori tedeschi. La lettura di gennaio elaborata dall'istituto GfK segna un valore pari a 9,4 punti dai 9,3 punti del mese precedente. Gli analisti si attendevano un invariato su base mensile.

Spread Btp-Bund a 102,5 punti base in avvio, rendimento all’1,58%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta nei primissimi scambi di seduta a 102,5 punti base. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari all’1,58 per cento.

Fonte: Brown Editore

Rendimenti Segnali Operativi

TOI Trading System - Richiedi Prova Gratuita

Potrai operare coi nostri modelli di gestione su

Futures, Azioni Italia, ETF su Indici Europei ed Euro Dollaro.

Specificare: Nome e Cognome, Telefono e Servizio desiderato.

0422.382534 - 349.3270326 - info@trading-online-italia.it


Prova Segnali Trading

Sei un operatore istituzionale o un trader privato?

Inizia ad operare come i Traders di successo servendoti dei loro modelli di gestione!

1 - Scegli il mercato desiderato
2 - Richiedici l'Attivazione gratuita
3 - Utilizza i segnali in modalità demo e reale

Uffcio: 0422.382534
Mobile: 349.3270326
Mail: info@trading-online-italia.it

Login Abbonati

QUOTAZIONE INDICI

opzioni.