Trading System di Trading Online Italia

Borsa notizie del 21/12/2015

Borsa - Borsa Notizie

Piazza Affari chiude l’ottava in ribasso, sotto pressione i titoli del lusso

Piazza Affari ha chiuso in ribasso (Ftse Mib –1,31% a 21.241,93 punti) dopo due sedute più che positive innescate dalla storica svolta della Federal Reserve. Sono tornati sotto pressione i titoli del settore del lusso: Luxottica ha ceduto il 2,24% a 59,05 euro, Moncler ha lasciato sul parterre il 3,25% a 13,11 euro e Salvatore Ferragamo è arretrata del 2,63% a 21,49 euro. Male FCA (-0,93% a 12,76 euro) che ha deciso di richiamare volontariamente 32.784 Suv negli Stati Uniti per installare dispositivi migliorati che offrano una maggiore protezione all’umidità, una condizione che può portare a un corto circuito, creando un pericolo di incendio. La maglia nera sul Ftse Mib è stata indossata da Mediaset che ha mostrato un tonfo del 3,34% a 3,766 euro. Tra le banche sono finite in negativo i due colossi italiani: Intesa SanPaolo e Unicredit hanno perso rispettivamente l’1,03% a 3,088 euro e l’1,83% a 5,11 euro. In controtendenza la Popolare di Milano che ha chiuso con un progresso dello 0,60% a 0,919 euro. Snam (invariata a 4,80 euro) ha resistito alle vendite in scia alla promozione da parte di Deutsche Bank che ha alzato il giudizio sulla società del gas a buy dal precedente hold.

Passato l’effetto-Fed, prevale la cautela sui listini europei

Chiusura di ottava all’insegna della cautela per le borse europee. Prese di beneficio per l’azionario di Eurolandia dopo i rialzi che hanno fatto da corollario alla decisione della Federal Reserve di alzare il costo del denaro a stelle e strisce per la prima volta dal 2006. Il Ftse100 ha terminato in calo dello 0,76% a 6.056,38 punti, il Cac40 ha perso l’1,12% a 4.625,26 e il Dax è sceso dell’1,21% a 10.608,19. -1,63% per l’indice della borsa di Madrid a 9.717,1. A Londra +0,1% di Glencore, +1,12% di Rio Tinto e +5,73% di Anglo American nonostante Goldman Sachs abbia ridotto il prezzo obiettivo sui tre titoli. Sul listino francese +1,53% per Casino Guichard Perrachon, definita dalla società di ricerca Muddy Waters “una delle compagnie più sopravvalutate e mal interpretate ” mai viste.

Wall Street termina in deciso calo

Passata l'euforia per la decisione storica della Federal Reserve di alzare i tassi di interesse, Wall Street ha chiuso l'ultima seduta della settimana in deciso ribasso. L'indice Dow Jones ha ceduto il 2,10% a 17.128,55 punti, mentre l'S&P500 ha lasciato sul parterre l'1,78% a 2.005,55 punti e il Nasdaq ha perso l'1,59% a 4.923,08 punti.

Borsa di Tokyo chiude in calo

Inizio di settimana negativo per la Borsa di Tokyo. L'indice Nikkei ha terminato con un calo dello 0,37% a 18.916,02 punti, mentre il Topix ha perso lo 0,38% finendo a 1.531,28 punti. A pesare sugli scambi il rafforzamento dello yen. Tra i titoli, si segnala il tonfo di Toshiba (-9,8%) dopo che ha annunciato un taglio di 6.800 posti di lavoro.

L'agenda della giornata

Inizio di settimana scarna di market mover. L'agenda della giornata prevede l'indice Chicago Fed National Activity e la fiducia dei consumatori dell'Eurozona e del Canada.

Rcs: approvato piano industriale, previsto utile già nel 2016 e crescita ricavi annua dell'1,5%

Rcs ha approvato il piano industriale 2016-2018, che prevede una crescita media annua dei ricavi dell'1,5%, il raddoppio dell'Ebitda 2015 e un risultato netto positivo già nel 2016. Il gruppo punta a una forte riduzione dei costi, in particolare sono attesi benefici netti dal taglio dei costi per 60 milioni di euro al 2018, di cui 15 milioni connessi al costo del lavoro (risultato di una riduzione lorda di circa 40 milioni, compensata da un andamento inerziale e nuove assunzioni per circa 25 milioni). Il rapporto debito/ebitda è visto pari a 4 nel 2016, a 2 nel 2018.

Enel, accordo con governo slovacco su quota 66% in Slovenskè elektràrne

Enel, attraverso la sua controllata Enel Produzione, e il ministero dell'Economia slovacco hanno firmato un Memorandum of Understanding relativo alla partecipazione del 66% detenuta da Enel in Slovenskè elektràrne. L'intesa si inquadra nell'ambito della prospettata cessione della partecipazione, in relazione alla quale Enel ha firmato un accordo con EP Slovakia, società controllata da Energeticky a prmyslovy holding (EPH), che prevede dapprima il conferimento ad una società di nuova costituzione (HoldCo) dell'intera partecipazione detenuta da Enel in Slovenskè elektràrne e la successiva cessione ad EP Slovakia, in due fasi, del 100% di HoldCo.

Spread Btp-Bund sopra 105 punti base in avvio, rendimento all’1,63%

Lo spread tra il Btp a dieci anni e il Bund tedesco si attesta a 106 punti base nei primi scambi di seduta. Il rendimento del bond decennale italiano sul mercato secondario è pari all’1,63 per cento.

Fonte: Brown Editore

Rendimenti Segnali Operativi

TOI Trading System - Richiedi Prova Gratuita

Potrai operare coi nostri modelli di gestione su

Futures, Azioni Italia, ETF su Indici Europei ed Euro Dollaro.

Specificare: Nome e Cognome, Telefono e Servizio desiderato.

0422.382534 - 349.3270326 - info@trading-online-italia.it


Prova Segnali Trading

Sei un operatore istituzionale o un trader privato?

Inizia ad operare come i Traders di successo servendoti dei loro modelli di gestione!

1 - Scegli il mercato desiderato
2 - Richiedici l'Attivazione gratuita
3 - Utilizza i segnali in modalità demo e reale

Uffcio: 0422.382534
Mobile: 349.3270326
Mail: info@trading-online-italia.it

Login Abbonati

QUOTAZIONE INDICI

opzioni.